Cannabis terapeutica articolo

Cos’è la Cannabis terapeutica?

Sempre più sentiamo parlare di Cannabis Terapeutica, ma cos’è e come può essere sfruttata a nostro favore?

La Cannabis o Canapa, conosciuta a partire dal 2700 a.c. è una pianta originaria dell’Asia centrale.

Da tempo si conosce la Canapa solamente per i suoi effetti psicotropi e non per le sue proprietà benefiche e le grandi capacità di applicazione in campo Farmaceutico, Medico e Veterinario. Questo è stato causato principalmente dai numerosi stereotipi affermatisi su questo argomento, che ha fortemente allontanato l’interesse dei professionisti.

Fortunatamente, grazie ai numerosi studi e alle tecnologie a nostra disposizione, la scienza si sta sempre di più interessando alla Cannabis Terapeutica, generando convegni e accese discussioni, nonostante l’uso medico non sia ancora consentito dalla legge nella maggior parte dei paesi.

Premettendo che si tratta di un medicinale tutt’ora in fase di sperimentazione, necessaria per riuscire ad individuare i reali benefici della Cannabis terapeutica, è ormai stato provato che CBD e THC possiedano grandi benefici terapeutici e un’alta efficacia farmacologica, che spesso riescono a superare la medicina tradizionale.

La cannabis terapeutica, come qualsiasi altro tipo di cannabis, contiene CBD (Cannabidiolo) e THC (Tetraidrocannabidiolo), sono i due principi attivi presenti in maggior quantità nella Cannabis. Il CBD ha effetti analgesici, antiepilettici, antipsicotici e ansiolitici, mentre il THC, il responsabile degli effetti psicoattivi della Cannabis, ha effetti antidolorifici, antiemetici ed è inoltre un forte stimolante dell’appetito. Conoscendo questi effetti si può già intuire una vasta applicazione in campo medico, tuttavia la regolamentazione italiana ci impone l’utilizzo in determinati casi e patologie, come:

  • Terapie del dolore, dove il trattamento utilizzando oppiacei, farmaci cortisonici e antinfiammatori steroidei, si è rivelato poco efficiente;
  • Sclerosi Multipla, lesioni al midollo spinale e altre patologie che presentano spasticità associata a dolori;
  • Alzheimer, Parkinson, SLA e altre malattie neurodegenerative;
  • Sindrome di Tourette;
  • Glaucoma resistente;
  • Fibromialgia;
  • Traumi celebrali;
  • Leucemia;
  • Ictus;
  • Terapie contro il cancro o terapie associate a Chemioterapia;
  • Artrite reumatoide;
  • Epilessia;
  • Allergie;
  • Asma bronchiale;
  • Malattie autoimmuni;
  • Patologie Cardiovascolari;
  • Schizofrenia.


Per maggiori informazioni riguardo alla cannabis terapeutica vi rimando all’articolo presente sul sito ministeriale al seguente indirizzo: http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_6.jsp?lingua=italiano&id=4587&area=sostanzeStupefacenti&menu=organismo

Oggi grazie alla tecnologia è possibile lavorare la materia prima per ottenere svariate preparazioni con differenti metodi di somministrazione, adattabili in base alle necessità di ogni paziente.

Per sfatare un mito, infatti, vogliamo dirvi che la Cannabis ad uso terapeutico, non va solo fumata!
Questo perché la combustione, che supererebbe i 800°, oltre a nuocere alla salute del paziente, rovina il prodotto, diminuendone l’efficacia. Per questo sono stati studiati diversi metodi di somministrazione, come orale, transdermico, per inalazione attraverso appositi vaporizzatori, oculari, anali e vaginali.

In Italia da quando è stato legalizzato l’uso medico della Cannabis, Medici, Cliniche e Veterinari sono sempre più interessati a questa forma terapeutica proprio perché riesce ad essere un ottimo sostituto dove la medicina tradizionale fallisce oppure utilizzata affiancando terapie aggressive.

I farmaci a base di Cannabis possono essere prescritti da tutti i Medici iscritti all’Ordine dei Medici Italiani, sia dipendenti che liberi professionisti. Il problema è che data la forte disinformazione in materia, sono pochi i medici che sanno come utilizzare questi prodotti e come prescriverli.

Tuttavia, per ovviare a questo problema, Farmacia San Carlo, ha sviluppato brochure informative e linee guida sull’utilizzo e sulla prescrizione della Cannabis terapeutica, indirizzati ai professionisti del settore, cercando di abbattere le barriere d’accesso.


Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo sui tuoi social network e aiutaci nella nostra missione di divulgazione scientifica!

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI
2018-12-20T13:44:22+00:00